Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

About

L’obiettivo del progetto Health Without Borders mira a migliorare le capacità di alfabetizzazione sanitaria nei giovani migranti, rifugiati e giovani emarginati in una prospettiva di apprendimento integrato, promuovendo una serie di approcci socio educativi innovativi per gli operatori giovanili in prima linea per sensibilizzare i giovani migranti e rifugiati sul importanza dell’alfabetizzazione sanitaria nella loro vita quotidiana.

Il progetto

È sempre più evidente che la salute e l’istruzione sono strettamente collegate e influenzano altri parametri come la povertà e i livelli di reddito. È noto che l’istruzione ha il potere di migliorare non solo la prosperità, ma ha un enorme effetto sui risultati di salute. Nonostante gli immensi benefici, l’alfabetizzazione sanitaria rimane una sfida per la salute pubblica europea. Dati di ricerca evidenziano che più di un terzo della popolazione dell’UE ha difficoltà a trovare, comprendere, valutare e utilizzare le informazioni necessarie per gestire la propria salute (Sørensen et al., 2015). È anche importante sottolineare che al giorno d’oggi la pandemia COVID-19 si sta diffondendo in tutto il mondo. L’alfabetizzazione sanitaria deve avere un impatto significativo durante questa pandemia per combattere la più rapida diffusione del virus.

Considerando gli sviluppi della pandemia globale, una delle sfide principali è fornire assistenza sanitaria e istruzione adeguati a migranti e rifugiati in tutta Europa. L’Alto Commissario Onu per i rifugiati Filippo Grandi avverte che la nuova ondata di profughi in arrivo in Europa vive in condizioni igieniche molto precarie, particolarmente vulnerabili alla pandemia. Pertanto, il difficile accesso all’istruzione e all’alfabetizzazione sanitaria rendono questa popolazione estremamente vulnerabile.

I partner

Il sostegno della Commissione Europea alla produzione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione dei contenuti, che riflettono solo le opinioni degli autori, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni in essa contenute.